IL NAUFRAGIO DEL BRIGANTINO-GOLETTA S.VINCENZO NEL MARE DI FORMIA

IL NAUFRAGIO DEL BRIGANTINO-GOLETTA S.VINCENZO NEL MARE DI FORMIA

Avvenne nel 1873 , precisamente il 31 ottobre, e riguardo’ una imbarcazione a vela di tonn. 370 con ruotaje di ferro.
Il padrone marittimo, ossia chi aveva il compito di guidare l’imbarcazione assumendone rischi penali e civili, era tal Gennaro Gionta.

Il brigantino-goletta italiano ” S.Vincenzo” aveva due alberi con velature diverse , quello di prua a vele quadre , l’altro di poppa a vele auriche.

Gennaro Gionta riuscì a salvare tre componenti del personale di bordo per cui ebbe la ricompensa di “Medaglia d’argento al Valore di Marina “

” Per il salvamento, compiuto con pericolo di vita, di tre marinari del brigantino-goletta nazionale S.Vincenzo , naufragato il 31 ottobre 1873 presso la spiaggia di Formia “

Non è precisata la formianita’ di Gennaro Gionta , ma la si può pensare visto che il cognome ed anche il nome sono molto diffusi nella nostra città.

L’episodio è avvenuto in un momento di forte incremento delle attività portuali di Formia che, come già riferito in un mio articolo del passato, agli inizi del 1900 era superiore a quello delle altre città del golfo.
Per la precisione, nel 1902 il traffico portuale commerciale di Formia , in entrata e in uscita , fu di 36.215 tonn. pari a più di 3,5 volte quello di Gaeta e Elena messi insieme ( rif. Pietro Gribaudi 1874-1950 – Il golfo di Gaeta )

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...