AMEDEO MAIURI ( 1886 – 1963) IN UNA SUA CURIOSA E IRONICA DISSERTAZIONE ” SULL’ INQUILINO” DI TRE SITI ARCHEOLOGICI DEL NOSTRO TERRITORIO

AMEDEO MAIURI ( 1886 – 1963) IN UNA SUA CURIOSA E IRONICA DISSERTAZIONE ” SULL’ INQUILINO” DI TRE SITI ARCHEOLOGICI DEL NOSTRO TERRITORIO

Fu soprintendente ai siti archeologici della Campania negli anni ’20 – ’30 – 40 scorso secolo ed è ricordato come direttore di trentasette anni di scavi consecutivi a Pompei.

Così scrisse nel suo volume : Passeggiate campane – capitolo : Innanzi alla Tomba di Cicerone

==============

” Il somaro è il naturale abitatore di grandi mausolei sperduti e abbandonati e abita anche qui in tombe illustri: il mausoleo di Lucio Sempronio Atratino, la tomba di Cicerone, il sepolcro di Galba.

Sfida impavido ordinanze di sfratto, mandati di comparizione e multe in contumacia con la stessa paziente tolleranza con cui sopporta bastonate sotto un carico pesante.Ed io non so scandalizzarmene.

È l’animale che meglio sa adeguarsi alla severità claustrale d’una cella funeraria : ha una sua malinconica e rude selvatichezza che non deve renderlo sgradito allo spirito dei trapassati.

Nel silenzio del sepolcro il lento sgranocchiare delle pannocchie di granturco gli concilia il sonno e la meditazione, e, se di tanto in tanto qualche impetuoso raglio d’amore gli esce dai precordi, è come il grido d’un esule lanciato dal chiuso della prigione “

===============

Una simpatica disquisizione straricca di ” ironia e humour ” riguardante:

  • Il Sepolcro di Cicerone a Formia
  • Il Mausoleo di Atratino a Gaeta
  • Il Sepolcro di Galba a Monte S.Biagio

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...