I LIMONI E LE ARANCE DI FORMIA

I LIMONI E LE ARANCE DI FORMIA


Donate nel 1866 agli ospedali e ai soldati italiani nella terza guerra di indipendenza.

Le notizie sono tratte, grazie all’opera di ricerca dell’amico Michele De Santis, da due giornali dell’epoca di Napoli:

  • LO NUOVO DIAVOLO ZUOPPO E POLECENELLA

” La città de Formia a’ raccovete 45 milia nfra limone e portovalle che sarranno subeto mannate a li spitale militare de l’Alta Italia”

  • LO CUORPO DE NAPOLE E LO SEBBETO

“Da Formia sono partute pe lo campo n’ autre 50 milia limone pe li ferute. Ebbiva li citatine de Formia “

In effetti per la prima fornitura il Sottoprefetto di Formia Righetti telegrafo’, il 30 giugno del 1866, al Primo Ministro Bettino Ricasoli per comunicare che i proprietari di Formia offrivano 45 mila limoni per il prode Esercito Nazionale.

Quarantacinquemila o cinquantamila limoni equivalgono a circa 100 quintali che molto probabilmente furono spediti in due momenti via mare.

Notizie su Formia città di limoni e di naranzi (arance) ci pervengono fin dal 1557 da Frate Leandro Alberti , bolognese, nel testo:
Descrizione di tutta Italia

Ricordo , infine, che il 6 gennaio del 1866 il Re Vittorio Emanuele Il , con apposito decreto concedeva a Formia il privilegio di essere chiamata ” Città “.

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...