COME È NATO IL TOPONIMO “BORSALE” DI CASTELLONE A FORMIA

COME È NATO IL TOPONIMO “BORSALE” DI CASTELLONE A FORMIA

Circa tre anni fa, feci un articolo sulle origini del toponimo “Borsale” di Formia.
Una recente ricerca mi ha portato a sapere che anche l’Anfiteatro romano di Capua , verso la fine del nono secolo, veniva chiamato in vari modi – Berolais, Berelais, Colosso, Anfiteatro, Arena – da Erchemperto , monaco Cassinese di origine Longobarda.

Il toponimo Berolais ebbe poi corruzioni diversificate in svariate città d’Italia, nelle vicinanze di teatri e anfiteatri di epoca romana , diventando : Berelais , Borlase, Borsale (a Formia), Perlasio, Perolassi ( a Verona) , Perolascio ( a Lucca), Vorlasci, Perilasio , e Virilassi ( a Minturno).

A proposito di Minturno , lo storico Angelo De Santis ci riferisce che la località oggi chiamata Virilassi, compare nel 1266 citata ” dicitur Borlasii”.

Quindi, possiamo dire con certezza, che il nostro toponimo “Borsale” deriva da una parola longobarda che serviva a definire un anfiteatro o un teatro.

Ripropongo il mio articolo di tre anni fa, il cui contenuto è confermato da quanto sopra detto.

              °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il ” Borsale” è un ampio giardino di Castellone incastonato tra la Torre Ottagonale ad est , il Teatro Romano a sud e il complesso religioso di S. Erasmo ad ovest .

Nulla è stato mai detto o scritto sulle origini di questo termine per cui non esiste, al momento , alcuna ipotesi che possa farci capire come sia nata la parola Borsale.

L’amico Salvatore Cardillo mi ha segnalato un recente studio del 2O16 del Prof. Francesco Ferruti : Il contributo della toponomastica all’archeologia classica, medievale e industriale.

Il Ferruti rileva nel suo studio che :

“A Formia il colle al quale si appoggia la cavea del Teatro è detto ” Borsale ” , un toponimo che costituisce con tutta evidenza la metatesi di ” Borlase ” .

In effetti i termini ” Borlase – Berolais (latinizzato in Perilasium) – Perilasio – Perlasio – Virilassi ” sono stati riscontrati in più parti d’Italia in zone prossime ad anfiteatri e teatri costruiti dai Romani.

Il Ferruti fa derivare queste parole da ” bera-laika ” un termine usato da popolazioni germaniche e longobarde per indicare uno spiazzo riservato al combattimento degli orsi all’interno di anfiteatri romani costruiti nei loro territori.
Sappiamo che queste popolazioni hanno poi occupato diverse parti dell’impero romano d’Occidente a partire dal quinto secolo d.C.

Lo stesso autore ritiene che molti spettacoli gladiatorii o di venationes con belve , in situazioni di anfiteatri rovinati e resi inagibili dal tempo, avvenivano anche nei Teatri , per cui le fonti tardoantiche e medievali hanno attribuito erroneamente il nome di anfiteatro al teatro , cosa che è successo anche nel caso di Formia .

” La Passio del martire S. Erasmo , composta nel 1118-1119 dal monaco Giovanni Cajetani detto Coniulo da Gaeta , divenuto poi Papa Gelasio ll , ricorda la deposizione del corpo del Santo Vescovo – iuxta amphiteatrum – nel 303 , intendendo in realtà riferirsi al Teatro.”

È successo quindi che in uno di questi spettacoli, presso il teatro di Formia , sia stato martirizzato S.Erasmo dai romani e lo stesso teatro fu chiamato anfiteatro , dopo ottocento anni , in narrazioni fatte da scrittori di generazioni successive e popoli diversi.

Il termine Perilasium ha pure significato di ” spazio aperto usato a pascolo ” , per cui è pensabile che il nostro “Borsale ” sia stato un ” vivarium” , una riserva per animali destinati ai giochi gladiatorii organizzati nel vicino Teatro.

Questo è quanto rilevato in questo studio del Ferruti che, letto con attenzione , è ancora più convincente di questa mia semplificata narrazione .

Devo comunque riconoscere che le ipotesi del Ferruti sono tasselli che si incastrano a meraviglia con quanto da noi conosciuto e con lo stato dei luoghi a noi noti.

Il nostro Borsale è citato più volte nel Codex Diplomaticus Cajetanus e , soprattutto, nei manoscritti e documenti dell’Abbazia di S. Erasmo di Formia .

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...