FORMIA – VIA FELICE TONETTI

FORMIA – VIA FELICE TONETTI

Tutti i Formiani conoscono questa via che, dalla zona di Ponte Rialto, porta al Porticciolo Caposele e al lungomare di Vindicio.
È intitolata a Felice Tonetti che fu Podestà di Formia dal 1927 al 1936, ma sono pochi a sapere perché fu scelta proprio questa via per dedicarla al più capace dei primi cittadini che hanno amministrato questa nostra Città.

Da una ricerca all’Archivio Storico del Comune di Formia, è venuto fuori un fascicolo che riporta una elencazione di 89 proprietari terrieri ” a valle di Via Vitruvio” ai quali fu notificato, negli anni venti del secolo scorso, una comunicazione per ” area ritenuta di notevole interesse pubblico ” ai sensi della legge 11 giugno 1922, n. 778 – Per la tutela delle bellezze naturali e degli immobili di particolare interesse storico .

A questi proprietari terrieri, lato mare parallelamente a Via Vitruvio, veniva imposto, nel 1927, un ” vincolo panoramico” consentendo un ridotto rapporto di edificabilità nella misura di 1:10 così come previsto dal Decreto a firma ” Parpagliolo” del Ministero della Pubblica Istruzione.

La posizione n. 75 di predetto elenco riporta come proprietari:
Tonetti Felice fu Pietro; Pontecorvo Elena maritata Ascarelli, Pontecorvo Carmelinda maritata Sereni, Peschillo Sacerdote Vincenzo di Luigi, Milano Romolo fu Giuseppe , tutti comproprietari delle particelle 85,91,114,115b e 116 foglio 12 , confinanti con proprietà D’Arezzo Burali Francesco, Luigi Rubino, Caracciolo Conte Mario e col torrente Rialto.(ved. ultima foto)

In pratica Felice Tonetti ( 1877 – 1939), ancor prima di essere nominato Podestà di Formia, era proprietario , assieme ad altri sicuramente legati tra loro da vincoli di parentela, di un ampio terreno delimitato ad ovest dal fossato di Rialto, a sud dal porticciolo Caposele e ad est dalla Villa Rubino. (ved. ultima foto)

Negli anni ’50/’60 del secolo scorso, dopo la costruzione della Nuova Flacca, ci si rese conto che la sola Via Olivella non era più sufficiente a servire la riviera occidentale di Vindicio.
Deve esserci stata una preventiva trattativa con gli eredi dei sopracitati proprietari di cui alla posizione n. 75, per poter realizzare un secondo accesso viario all’area del Caposele e a quella balneare di Vindicio est.

Si può pensare, infine, che nella trattativa sia stato anche previsto l’impegno di onorare un Sindaco che fu determinante per la rinascita di Formia, per cui la nascenda strada non poteva che essere chiamata :Via Felice Tonetti.
====
Fonti: Archivio Storico Comunale di Formia con la collaborazione di Saro Ricca.

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...