FORMIA – VIA DEI CARMELITANI Detta comunemente ” Via degli stalloni “

FORMIA – VIA DEI CARMELITANI
Detta comunemente ” Via degli stalloni ”

Molti sanno che è così curiosamente denominata, ma non ne conoscono le motivazioni.

Solo pochi sanno i veri motivi ma, certamente pochissimi hanno potuto leggere i documenti che hanno dato origine a questo ” toponimo” di Formia.

La sua storia è questa:

Già Ferdinando II a partire dal 1852 utilizzò il Convento dei Carmelitani come caserma per circa mille soldati ed un reparto di cavalieri.
Lo stesso Re fece costruire la Cisterna Borbonica , sotto P. za S. Teresa, per le esigenze idriche dei soldati e,
in special modo, per i cavalli sistemati nelle ” grandi stalle” disposte sul lato est del grande fabbricato che, anche nel periodo post-unitario ebbe la stessa destinazione ad uso militare.

Infatti il 23 febbraio 1889, il Comune di Formia sottoscrisse una convenzione con la Sezione staccata del Genio Militare di Gaeta per ospitare nel palazzo Comunale di Formia ( allora detta Caserma S.Teresa) , un distaccamento di Cavalleria .

I cavalli dovevano essere alloggiati nel piano terra con ingresso laterale est in numerosi ampi locali diventati di fatto grandi stalle ( da qui: stalloni) , mentre i cavalieri sarebbero stati alloggiati nei piani superiori.

Il 23 agosto dello stesso anno , con nota indirizzata al Sindaco del Comune di Formia , Pasquale Spina, viene comunicato quanto segue :

” essendo abolito il Distaccamento di Cavalleria in codesta Piazza, lo scrivente in seguito ad ordini del Comando Militare di Napoli e della Direzione dell’arma in Capua, si fa premura di significare alla S.V. che il giorno 26 corrente alle ore 10 antimeridiane un delegato di questa Sezione si recherà in Formia per procedere alla restituzione della Caserma S.Teresa a codesto Municipio.
Prego poi la S.V. di farmi conoscere gli apprezzamenti di codesta Amministrazione circa il tempo in base al quale dovrà liquidarsi il fitto spettante a termini della Convenzione in data 23 Febbraio 1889, onde possa riferirne sollecitamente all’autorità Superiore.

Il Capitano Capo Sezione
N. Nanau ”

Il fitto del periodo fu quantificato in Lire 156,60 comunicato con la nota del 27 agosto 1889 firmata dal Sindaco di Formia: Pasquale Spina.

Fu così che rimase, nelle generazioni che ci hanno preceduto , il ricordo di questi eventi, avvenuti circa 150 anni fa, che determinarono il “toponimo ” che ancora oggi conosciamo: ” Via degli stalloni ”

Raffaele Capolino

Fonte Faldone V fascicolo 3 – Archivio Storico Comune di Formia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...