COME SONO NATI A FORMIA I TOPONIMI : CANCELLO E GROTTE DI S. ERASMO

COME SONO NATI A FORMIA I TOPONIMI :
CANCELLO E GROTTE DI S. ERASMO

Ci viene spiegato dal nostro concittadino, Pasquale Mattej.

======

” Nella via per la quale si va alla Parrocchia di S. Erasmo, ai piedi dell’erta che conduce all’ingresso del Castello, ed a sinistra, è un androne o angiporto sottostante ad un vasto fabbricato di Ciccolella.
Per esso si va ad uno più spazioso aggregato di abitazioni, ove un recente comprensorio di fabbriche appartenenti ai Sigg. Forcina…….. fabbriche che disegnano in pianta un segmento ellittico.
Quest’androne da tempo immemorabile si addita col nome del Cancello e in esso si ammirava tra colossali mura reticolate una cava preclusa da doppio cancello, che fu il luogo del supplizio con la cruenta sviscerazione del martire S. Erasmo.

Nelle mura di quella Cella si mostrava una dipintura a fregio, esistita in gran parte fino ai nostri giorni. Questa pittura esprimeva la scena del cruento martirio della sviscerazione.
E poiché la venerazione ed il concorso a quella Cella, oltre ogni credere si era accresciuto per la fama de’ miracoli che li attribuiva il volgo, fu d’uopo di precluderne l’ingresso con un Cancello, da cui il nome rimasto alla località.

……….. non vogliamo lasciare addietro la memoria della Divozione che si apprese, ed a quei tempi ferventissima, nella Classe di Marinai Formiani.
Essi informavano a sacello una delle pensili grotte sottostanti alla villa di prospetto al porto, e la dedicavano al Santo Martire, secondo che era – per altra più divulgata tradizione – rammentato che in quel sito avesse la prima volta poggiato il piede a terra, e si fosse riposato dal viaggio d’Antiochia l’illustre martire.
In quelle mura del sacello gli stessi devoti marinai facevano, a similitudine dell’altra Cava ricordata al Cancello, dipingere la stessa scena del martirio.

Nella Chiesa Parrocchiale dietro l’altare dedicato a S. Erasmo è parimenti una stanza nelle cui pareti è istoriata la Vita e Martirio del Santo. Pittura antica e che si conserva in gran parte, come avviene per le cose che si attengono ad una Venerazione. ”

======

Quindi c’erano pitture rappresentanti il Martirio di S. Erasmo sia in un ambiente del Cancello sia in una delle Grotte di S. Erasmo.

Così sono nati i toponimi formiani :

– CANCELLO

– GROTTE DI S. ERASMO

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...