RESTI DI MURA ROMANE IN OPUS INCERTUM ED ALTRO A NORD DELLA TOMBA DI TULLIOLA AD ACERBARA DI FORMIA.

RESTI DI MURA ROMANE IN OPUS INCERTUM ED ALTRO A NORD DELLA TOMBA DI TULLIOLA AD ACERBARA DI FORMIA.

Mai avrei immaginato di trovare simili tracce di costruzioni del periodo repubblicano romano sulla sommità della collina di Acerbara.

Oltre le mura di buona fattura e spessore abbiamo rinvenuto un enorme montante laterale di un ingresso in pietra calcarea con fori di ancoraggio per il portone.
La sua lunghezza è di circa due metri , con lati di cm. cinquanta circa. (Ved.foto )

Sono stati rinvenuti molti pezzi in cotto di notevole spessore e uno in particolare forma triangolare per essere adoperato per costruire colonne da rivestire poi in stucco.

Altri pezzi di cotto ricoperti da “cocciopesto ” insieme ad uno visibilmente ricurvo e di grande spessore appartenuto certamente ad un ” dolium” di grandi dimensioni.

I resti murari potrebbero riferirsi ad una conserva d’acqua, attualmente diroccata e ricoperta di terreno e sterpaglie.
Si tratterebbe quindi delle Fonti sull’ Acerbara , citate in molti testi del passato.

Alcune parti murarie crollate sono in effetti riferibili a solai a botte appartenuti a ” conserve ” predisposte per raccogliere acque piovane.

Resta sempre da pensare a come sia stato possibile effettuare costruzioni simili in un luogo così impervio e di difficilissimo accesso .

Raffaele Capolino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...